VIGORITO, QUANDO LA CONCORRENZA È UNO STIMOLO

 In Senza Categoria

Il tempo di un blitz e il Frosinone ha definito la trattativa per l’ingaggio del portiere Mauro Vigorito. Ventisette anni, sardo di Macomer (Nuoro), lunga esperienza da titolare nel Vicenza anche se l’ultima stagione si è poi conclusa con la retrocessione dei biancorossi. Il ragazzo piaceva anche alla Salernitana (ai primi di luglio per Wikipedia era già granata…) ed al Palermo, il Frosinone evidentemente ha prodotto un’accelerazione tale da convincerlo. Vigorito dal 2004 era al Vicenza dopo una lunga esperienza nel Cagliari alla quale hanno fatto seguito quelle con il Carrarese e la Triestina. Con i rossoblu sardi ha anche esordito nella massima serie in un Cagliari-Fiorentina (2-2) quando rilevò l’allora estremo difensore dei sardi Marchetti infortunatosi alla spalla. Ma una maggiore ribalta da titolare la ebbe con la maglia del Lumezzane (stagione 2012-’13) quando collezionò 28 presenze. Le stagione successiva l’esperienza a Venezia e quindi lo sbarco al Vicenza. Dove è stato uno dei punti fermi, addirittura scalzando l’esperto Bremec – complice anche un infortunio dell’allora titolare – nel campionato 2014/15 a partire dal girone di ritorno. Vigorito è un ragazzo al quale non dispiace affatto la concorrenza e nel Frosinone sarà ad altissimo livello vista la presenza in quel ruolo di due mostri sacri come Bardi e Zappino. Sotto il profilo tecnico l’estremo difensore sardo nelle ultime stagioni è molto cresciuto tra i pali. E in una intervista dette merito della sua crescita all’ex preparatore dei portieri giallazzurro, Lello Senatore. A Frosinone da oggi pomeriggio ha trovato Ferraris, l’ulteriore scatto verso l’alto è assicurato.
Ufficio Stampa
Frosinone Calcio

Articoli Recenti