MATARESE BUM-BUM, IL FROSINONE BATTE IL FLAMINIA 2-1

 In Senza Categoria

FLAMINIA: Reali (1′ Maltempi), Gnignera (1′ st Cavuoto), Carta (21′ st Calisto), Bindocci (8′ st Cesarini), Giannetti (8′ st Onofri), Locci (1′ st Caputo), De Costanzo (1′ st Belli), Mastrantonio (8′ st Corinti), Moretti (1′ st Leonardi), De Cristofaro (40′ pt Putrino), Scibilia (8′ st Natali).
A disposizione: Serafini, Mihailov, Fresi.
Allenatore: Vigna.
FROSINONE (4-4-2): Zappino; Russo, Ariaudo, Cococcia; Tribuzzi (32′ st Tarasco), Frara, Maiello, Matarese; Errico, Soddimo; Volpe (30′ pt Obleac).
A disposizione: Galantini, Palombo, Tarasco.
Allenatore: Longo.
Arbitro: Di Marco di Ciampino; assistenti: Bartolomucci di Ciampino, Masumeci di Ciampino.
Marcatori: 19′ pt De Costanzo, 42′ pt e 38′ st Matarese.
Note: angoli: 5-3 per il Frosinone; recupero: 4′ st.
RIETI – Il Frosinone abbonato alle rimonte. Ed è anche di buon auspicio. Così, dopo aver regolato mercoledi scorso 2-1 il Monopoli, vince con lo stesso punteggio sul Flaminia grazie ad una doppietta di Matarese e ad una prova che non ha mai lesinato intensità ed attenzione.
E’ la prima delle due amichevoli di questo sabato 29 luglio che chiude il ritiro giallazzurro al Terminillo. La gara contro il Flaminia si disputa a porte chiuse, accesso solo per la stampa anche se in tribuna ci sono tanti addetti ai lavori e una cinquantina di persone. Alla gara ha assistito anche il presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe.
Longo ha diviso preventivamente il gruppo in due tronconi. Il primo, composto da 15 giocatori, ha raggiunto lo stadio ‘Manlio Scopigno alle ore 16.30 per disputare la gara delle ore 17.30. Il tecnico piemontese resta chiaramente fedele al 3-4-2-1. Davanti a Zappino ci sono Russo, Ariaudo e il promettente baby Cococcia. In mezzo al campo i centrali sono Frara e Maiello, sugli esterni l’ex genoano Matarese e l’altro baby Tribuzzi. Alle spalle della punta Volpe due funamboli come Errico e Soddimo. In tribuna Beghetto, a scopo precauzionale. Nel Flaminia – che nella prossima stagione di serie D giocherà non più a Civitacastellana ma a Carbognano in provincia di Viterbo – il tecnico Vigna presenta Reali tra i pali; difesa quattro, da destra a sinistra Gnignera, Locci, Giannetti e Carta. In mezzo al campo i due mediani sono De Cristofaro e Bindocci. Alle spalle dell’unica punta Moretti la batteria di trequartisti è composta due brevilinei, De Costanzo e Scibilia rispettivamente a sinistra e destra e Mastrantonio in posizione centrale. Un modulo che ‘balla’ tra il 4-2-3-1 e il 4-3-3 dove il discrimine sono le posizioni di De Costanzo e Scibilia.
FLAMINIA AVANTI – In avvio di tempo si sente forte e chiara la voce di Longo che detta le marcature nella fase di non possesso. Subito indirizzato al baby Errico che il tecnico giallazzurro chiama a seguire l’avversario sul secondo tocco dalla bandierina del calcio d’angolo, un modo per abituarlo ad una intensità di gioco diversa. E proprio da azione d’angolo che il Flaminia si affaccia nell’area giallazzurra, colpo di testa di Giannetti e palla alta. Al 10′ bella azione del Frosinone: Volpe fa da centroboa ai 30 metri ed apre per la corsa a destra di Tribuzzi che punta la bandierina e crossa, colpo di testa di Soddimo, la palla che termina di poco a lato. Il possesso giallazzurro porta il Flaminia a scoprirsi un po’, al 12′ la sfera schizza ancora dalle parti dell’intraprendente Tribuzzi che non ci pensa sopra due volte, cross e colpo di testa per l’accorrente Matarese, palla un metro alla destra di Reali. E’ sempre Tribuzzi a tenere il coltello piantato nel fianco destro del Flaminia, al 17′ lascia sul posto Gnignera, cross di destro ancora dal fondo ma dall’altra parte Matarese questa volta non ci arriva. Nella mediana giallazzurra Maiello e Frara dettano i tempi anche se la pressione dei viterbesi si fa sentire e i due babies Matarese a Tribuzzi si trovano con una certa insistenza e continuità. Ma è la continuità dei rifornimenti ad andare a corrente alternata anche per il duro lavoro che si fa sentire nelle gambe dei canarini, torchiati anche in mattinata da Longo e dallo staff. Al 19′ il Flaminia passa: palla larga di Mastrantonio, Carta di prima intenzione serve in mezzo De Costanzo che batte in uscita Zappino. Uno a zero per il Flaminia. La replica giallazzurra al 21′, palla di Matarese da sinistra, Volpe sta per battere a rete di testa da due metri ma si scontra fortuitamente con Giannetti e deve ricorrere alle cure dei sanitari.
VOLPE IN OSPEDALE, PARI DI MATARESE – Il Flaminia punta sulla maggiore velocità in questa fase di gioco, uno-due tra Mastrantonio e Scibilia, palla alta di un metro. Mentre Volpe resta ancora sotto le cure della dottoressa Spaziani, Matarese sfiora il pari al 26′ con un destro di prima intenzione dal limite che si spegne un metro alla sinistra di Reali. Alla mezz’ora Longo avvicenda Volpe (trasportato qualche minuto in ospedale dai sanitari del 118 a scopo precauzionale per la botta allo zigomo, il ragazzo esce comunque dagli spogliatoi con le sue gambe, ndr) con l’altro baby Obleac che ne rileva la posizione. Squadra sempre più giovane in campo. Soddimo cerca di smuovere le acque nell’area avversaria, doppia giravolta al 31′, destro che Reali para in presa. Quando il tempo sta per esalare gli ultimi secondi il Frosinone pareggia con un’azione di marca-baby: Errico riceve palla da Obleac, destro che imbuca nello spazio centrale Matarese che, sulla pressione dell’avversario, sempre di destro infila Reali di giustezza. Secondo gol in queste amichevoli per il napoletano, figlio d’arte: il padre – esterno anche lui – fu avversario del Frosinone soprattutto con la maglia dell’Albanova nei campionati di serie C2. Galvanizzato Obleac 1′ dopo prova il gran gol con un destro a giro, palla di poco alta all’incrocio opposto all’angolo di tiro. E’ il momento del riposo e di un primo bilancio: bene i babies spalmati in tutti i reparti, sfortunato Volpe, sempre nel cuore dell’azione Soddimo, ragionatori di centrocampo Maiello e Frara.
PALO DI ERRICO, BENE MATARESE E POI SALVA ZAPPINO – Cinque avvicendamenti nella formazione viterbese in avvio di ripresa. Al 3′ il Frosinone va vicino al vantaggio: angolo tagliato di Soddimo, Maltempi esce a vuoto e la palla si stampa sul palo opposto all’angolo di tiro, Cococcia a botta sicura ma salva col corpo Carta e poi l’azione sfuma. Ancora Soddimo come la ‘musa ispiratrice’ vede con la coda dell’occhio lo scatto di Matarese e lo serve ma l’esterno canarino è in offside. Cambia ancora volto il Flaminia con 4 cambi a partire dall’8′. Nel Frosinone buona reattività in campo nella vecchia guardia, i giovani seguono alla lettera consigli e movimenti anche se il peso specifico davanti è sensibilmente limitato. Al 17′ bella azione innescata da Errico, giro-palla e tiro di Matarese che Maltempi devia in angolo. Sull’azione da corner la difesa dei biachi rinvia alla meno peggio, Errico in area tocca di giustezza ma la sfera colpisce il palo alla destra di Maltempi poi è Frara che con tempismo arriva sulla palla ma il tiro, un po’ spostato sulla sinistra, si allarga troppo. Sempre Frara cuce una bella iniziativa al 27′, giravolta in mezzo al campo e palla dentro per Errico che si allunga la palla sul primo tocco e Maltempi si salva. La replica del Flaminia al 30′ con Belli che prende il tempo a Cococcia, taglia in mezzo, Natali svirgola a porta vuota e Zappino abbranca la sfera mentre sta per varcare la linea bianca. Nel Frosinone dentro anche Tarasco al 32′ al posto di Tribuzzi, con Cococcia che si sposta nella posizione di esterno alto a destra. L’asse Matarese-Errico-Soddimo al 33′ confeziona una manovra interessante tutta di prima, si salva la difesa del Flaminia.
E MATARESE ‘TIMBRA’ ANCORA – Frosinone ancora in rimonta e ancora in gol con Matarese: Maiello serve in profondità un pallone con il fiocchetto per il baby nato a Scafati che elude la marcatura dell’avversario e con una palombella di sinistro batte Maltempi. Frosinone sul 2-1. Gli ultimi minuti sono di gestione della palla. E Longo non abbassa mai il ritmo e il timbro della voce: consigli per tutti, dal baby Tarasco ai più esperti per non diminuire mai i tempi delle giocate. Al fischio finale i giallazzurri portano all’incasso la quarta vittoria su altrettante gare fin qui disputate. Mentre il secondo gruppo di canarini è già arrivato negli spogliatoi per la seconda partita.
Ufficio Stampa
Frosinone Calcio

Articoli Recenti