MARSELLA CI SVELA I SEGRETI DELL’UNDER 17: “UMILTA’ E ATTEGGIAMENTO PROPOSITIVO. LE FINALI? LA CILIEGINA SULLA TORTA”

 In Senza Categoria, Settore Giovanile

“Difendere i colori della squadra del cuore dà il doppio della forza!”, esordisce così Luigi Marsella, tecnico della selezione Under 17 giallazzurra, che vola in classifica e sogna le finali.

PASSATO E PRESENTE – Marsella nonostante la giovane età, è uno dei ‘veterani’ del settore giovanile ciociaro, per lui sesta annata in panchina e tanta voglia di firmare una nuova impresa dopo lo Scudetto e la Supercoppa Italiana con gli Allievi Nazionali nella stagione 2011/2012: “Una stagione storica, giocavamo sotto età, ma questo non ci ha impedito di battere in Supercoppa un club blasonato come la Sampdoria, che poteva vantare in rosa calciatori oggi militanti tra massima serie e cadetteria”. Ma è tempo di guardare avanti, con un gruppo che sta facendo benissimo grazie anche ad uno staff di primissimo livello: “Se i risultati sono dalla nostra grande merito va anche e soprattutto alla società e a chi lavora al mio fianco, a cominciare da Fabio Crecco (allenatore in seconda), il Prof  Andrea Tognazzi (preparatore atletico), Giuseppe Guida (preparatore dei portieri) coadiuvato da Christian Olevano e Domenico Costantini, Francesco Coccia (fisioterapista) e Pierluigi Germani (dirigente accompagnatore)”. 

MASSIMA UMILTA’ – 40 punti in 21 partite e quarto posto. Questo recita la classifica dei giallazzurri, che vedono la seconda piazza, che garantirebbe l’accesso diretto alle Final Eight, distante solo 3 punti. Numeri importanti, ma Marsella predica calma: “Dobbiamo rimanere compatti fino alla fine, nessun eccesso di entusiasmo, ogni gara da qui alla fine andrà giocata con lo stesso atteggiamento messo in campo in questi mesi. Non posso negare di poter contare su un gruppo importante, capace di vincere tutti gli scontri diretti e di competere con Roma, Napoli e Palermo, compagini con budget ben più ampi. Voliamo bassi, ma certo le finali sarebbero la ciliegina sulla torta. Vengono i brividi a pensare di poter affrontare squadre del livello di Juventus, Inter e Milan”. In casa o in trasferta poco importa, l’Under 17 porta a casa punti: “Merito dell’atteggiamento, sempre propositivo. La nostra è una squadra matura, che riesce a capire le varie fasi del match. Va bene il risultato sportivo, ma non dimentichiamo mai la nostra mission, ovvero la crescita dei ragazzi, che se va di pari passo con le vittorie può dare più consapevolezza”. 

VERSO IL BARI – Domenica non si gioca complice la pausa per le Nazionali, alla ‘Città dello Sport’ però si continua a lavorare in vista dell’ostico impegno contro il Bari: “Sarà una partita molto importante per il proseguo del campionato. I biancorossi hanno una grande squadra e con ottime individualità, meritano rispetto. Giocando in casa non dovremo snaturare le nostre caratteristiche, sarà una gara da vivere con serenità”.

Manuel Pasquini

Articoli Recenti