La gara di questa sera è la nona tra le due formazioni, compresa una sfida di Coppa Italia nel 2009. Dionisi & soci non vincono fuori casa dalla trasferta di Cosenza, i padroni di casa reduci da tre ko e due successi nelle ultime 5 gare

FROSINONE, SERVE LA SPALLATA AL TABU’-BENTEGODI

Tre gli ex nella squadra di Nesta: Bardi, Brighenti (solo giovanili per lui tra i clivensi) e Ardemagni. Krajnc ad un passo dalle 100 partite di serie B senza spareggi e dalle 150 tra i 'prof' in Italia. Citro vede le 150 tra i Cadetti compresi i playoff
 In Breaking News

Frosinone e Chievo si sono incrociati 7 volte in campionato (3 in serie B e 4 in serie A) ed 1 volta nei sedicesimi di finale di Coppa Italia nel 2009 (1-0 per i veneti sul proprio campo). I ciociari nelle sfide dirette sono sempre stati sconfitti, tranne due volte: all’ultima del campionato di serie A 2018-‘19 terminata 0-0 e nell’andata della stagione attuale, 2-0 per la squadra di Nesta. Sfatato dunque un tabù, ne resta un altro: fare punti in trasferta. Oggi più che mai.

La prima volta tra le due squadre fu in serie B 2007-’08: al Comunale il Frosinone perse 1-2 con i gol di Cesar e Greco per i veronesi e Pecchia per i canarini allenati da Cavasin. Anche la sfida di ritorno portò 3 punti ai clivensi, vittoriosi 2-0. Stesso risultato nella gara di andata del campionato di serie A 2015-’16 quando il Chievo passò grazie ad un calcio di rigore trasformato da Paloschi al 90’ e al raddoppio di Meggiorini al 93’ dopo una gara condotta dai canarini. Nel ritorno del ‘Bentegodi’ il Chievo vinse 5-1 e frustrò le ultime chance di salvezza della squadra allenata da Stellone. Quindi ancora in serie A la scorsa stagione, l’1-0 del Chievo in casa, gol-partita ancora di Meggiorini. E del ritorno abbiamo già scritto.

Il Frosinone nei 4 precedenti al ‘Bentegodi’ è dunque sempre uscito sconfitto. Per la legge dei grandi numeri, questa può (e deve) essere l’occasione giusta per modificare radicalmente il trend.

ACCOMUNATI – Il Chievo e il Frosinone sono tra i pochi club di calcio professionistico ad aver scalato i gradini del calcio dal basso. Il Frosinone è salito per la prima volta in serie B nella stagione 2006-’07, il Chievo è approdato in serie B nel 1994.

GLI EX – Nella rosa di mister Nesta in 3 sono ex Chievo: Bardi (nella stagione 2014/2015, 10 presenze 17 gol subiti), Brighenti (solo squadre giovanili, nessuna presenza in prima squadra) e Ardemagni. Ex anche… l’ex giallazzurro Massimo Zappino. Anche se la storia del portiere giallazzurro con il club clivense durò appena una mezza estate, agli albori della stagione 2007-’08. Tra gli ex vanno considerati il portiere Vincenzo Sicignano, il difensore Aleandro Rosi, gli esterni Angelo Antonazzo e Alfredo Cariello, gli attaccanti Ciro De Cesare, Mario Santana e Andrea Pinamonti, i centrocampisti Simone Grippo e Paolo Sammarco, gli attuali tecnici Moreno Longo e Giorgio Gorgone.

PILLOLE DI CURIOSITA’ – L’attaccante del Chievo, Riccardo Meggiorini (8 reti finora) ha messo a segno 2 gol al Frosinone. Meglio di lui ha fatto Emanuele Giaccherini che alla squadra giallazzurra ha infatti realizzato 4 reti di cui 3 nella stagione 2009-’10 quando vestiva la maglia del Cesena e 1 lo scorso anno in serie A. Djordievic (6 gol finora) ha realizzato 1 gol al Frosinone il 4 ottobre 2015 con la maglia della Lazio (2-0). Il difensore del Frosinone, Luka Krajnc, è ad un passo da una doppia meta: 100 partite in serie B (senza spareggi) e 150 in Italia tra i professionisti. L’attaccante Nicola Citro – assente venerdi per infortunio – vede le 150 gare di serie B compresi i playoff giocati con Trapani e Frosinone.

I gialloblu veneti in casa hanno perso 5 volte, il Frosinone 3 di cui le ultime 2 di fila. Il Frosinone nel lotto delle prime otto in classifica è la formazione che ha fatto meno gol (33), gli stessi del Cosenza che è in zona retrocessione, 2 in meno della Cremonese che è ridiscesa in zona playout.

Il Frosinone non vince fuori casa dalla trasferta di Cosenza (0-2). I giallazzurri dopo il Benevento hanno la difesa meno perforata della serie B (25) ma nelle ultime 4 partite hanno subìto 6 gol. Il Chievo in casa è reduce da 3 sconfitte e 2 vittorie nelle ultime 5 (24 punti in 15 partite), mentre il Frosinone in trasferta è imbattuto nelle ultime 5 con 18 punti in 15 partite. Infatti il tallone d’Achille dei giallazzurri è diventato quello che era il punto di forza con la presenza dei tifosi: il ‘Benito Stirpe’.

Il Chievo ha realizzato finora 4 reti in due momenti della gara: tra il 26’ e il 30’ del primo tempo e tra l’86’ e il 90’. E tre gol nel finale del primo tempo, tra il 41’ e il 45’.

I PRECEDENTI  DEGLI ALLENATORIStefano Aglietti contro Alessandro Nesta. I due non si sono incontrati direttamente sui campi di calcio, nelle vesti di giocatori. Solo in una occasione, stagione 1999-2000, la Lazio con Nesta titolare si impose al Verona 4-0 ma Aglietti era in panchina. Da allenatori l’unica volta di fronte fu nei preliminari dei playoff della scorsa stagione quando Aglietti, appena arrivato sulla panchina del Verona al posto di Pecchia, vinse 4-1 sul Perugia allenato da Nesta.

L’ARBITRO – Il direttore di gara della partita è Luca Massimi, nato a Termoli (Campobasso) nel 1988. In serie B ha esordito la stagione scorsa. Ha diretto il Frosinone 2 volte, entrambe in questa stagione: in occasione dello 0-0 di Cittadella nel girone di andata e nella vittoria 1-0 sull’Entella del 1 febbraio scorso (gol di Dionisi). E’ stato quarto uomo in occasione delle gare casalinghe con il Pescara e il Crotone nella stagione in corso e l’anno scorso in serie A, proprio nella partita interna con il Chievo.

Per quanto riguarda gli avversari, il signor Massimi li ha diretti 1 volta, nell’1-1 casalingo con il Pordenone ad inizio campionato.

Giovanni Lanzi

Articoli Recenti